Riforma PAC 2020: chiesto il rinvio dalla commissione agricoltura.

La Commissione agricoltura del parlamento Europeo vota il regolamento transitorio della riforma PAC

Rinvio della riforma PAC 2020

Nella seduta del 28/4 scorso la Commissione per l’agricoltura del Parlamento ha dettato le regole per garantire una transizione graduale dalle attuali norme della politica agricola dell’UE, in scadenza alla fine dell’anno, a quelle future.

In particolare, è stata votata la proroga delle norme in materia di politica agricola comune (PAC), che dovrebbero scadere alla fine del 2020, fino al 2021, con possibilità di ulteriore proroga al 2022 di automatica attivazione a meno che il futuro bilancio a lungo termine dell’UE e la politica agricola dell’UE siano concordati e approvati entro il 30 ottobre.

Le nuove disposizioni, mettono al riparo gli agricoltori da tagli alle erogazioni, prevedendo che il finanziamento della politica agricola debba essere mantenuto allo stesso livello di quello del 2014-2020 in termini reali.

ITER PROCEDIMENTALE

Il testo approvato dalla Commissione per l’agricoltura del Parlamento europeo sarà ora sottoposto alla plenaria del 13-14 maggio per ottenere il via libera ed iniziare i negoziati con i ministri dell’UE.

Non resta quindi che attendere tale data per verificare se quanto previsto dalla Commissione per l’Agricoltura verrà recepito dal parlamento europeo.

Per ulteriori spunti in materia di diritto agrario, suggeriamo la raccolta di articoli sul tema, consultabile cliccando sul seguente link: Articoli diritto agrario

(LEGGERE QUI – DISCLAIMER)

 

 

FacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedintumblrmail